Info Newsletter ITAENG

Madonna col Bambino, Michele Giambono



Museo civico
Michele Giambono
Madonna col Bambino
Metà del quarto decennio del XV secolo
Tempera su tavola

 
La tavola con la Madonna col Bambino proviene dal monastero bassanese dedicato a Santa Maria della Misericordia, poi nel Seicento alla Beata Giovanna Bonomo: è assegnata a uno dei protagonisti del linguaggio gotico internazionale, Michele Giambono, allievo di Jacobello del Fiore e tra i più vivi interpreti in Veneto della lezione di Gentile da Fabriano. Il fondo oro, dal quale emerge in maniera evidente la tipica preparazione a bolo rossastra, non preclude alla Madonna col Bambino di comunicare all’osservatore uno spirito d’intima naturalezza avvertibile nel gioco delle mani, nel colore vivo degli incarnati, ma soprattutto nell’intenso scambio di sguardi tra madre e figlio.