Info Newsletter ITAENG
Palazzo Sturm
Palazzo Sturm

Sesta sala

dal 21 giugno al 19 ottobre 2020
 

Ascolta l'audioguida


Dai taccuini di bottega risulta che fu il figlio Francesco a specializzarsi nel disegno di figura. Qui, tuttavia, vediamo tre incisioni di figure di Giambattista che entrarono a far parte di un libro collettivo di stampe tratte da opere del Guercino, pubblicato nel 1764 a Roma e dedicato al celebre antiquario e banchiere Thomas Jenkins. Piranesi realizza anche il frontespizio di questo libro dove, sulla tavolozza incide un enigmatico motto: “Col sporcar trova”.
 
Il figlio Francesco, continuatore dell’attività paterna, intratterrà negli anni Ottanta una fitta rete di relazioni con i Remondini di Bassano. Sono gli anni in cui anch’egli ha intrapreso lo studio delle antichità e dà alle stampe il volume Raccolta de’ Tempj antichi, un lavoro durato dal 1780 al 1790 sul Pantheon di Roma e sul Tempio della Sibilla a Tivoli, qui esposto. Le diciassette lettere inviate da Francesco Piranesi al conte Giuseppe Remondini, conservate nella Biblioteca Civica di Bassano del Grappa e qui in mostra, coprono un arco temporale che va dal mese di aprile del 1783 al maggio del 1792, dunque quello degli anni in cui Francesco Piranesi si trovava al servizio della Corte di Svezia come agente per le antichità a Roma. Francesco scrive al conte Giuseppe Remondini, discendente di nobile famiglia bassanese e titolare della tipografia e calcografia di famiglia, che era una delle maggiori d’Europa per dimensioni, capacità produttiva e rete di traffici. I ricchissimi cataloghi di libri e stampe predisposti dai Remondini registrano assortimenti imponenti. Le stampe elencate erano migliaia, e alle consuete immagini si aggiungevano ampi repertori di grandi incisori. Remondini commerciava anche in carta, atlanti e stampava libri: tra il 1789 e 1797, ad esempio, pubblicò Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria, opera che testimonia il dibattito in atto sulla tortura e sulla reclusione al quale anche Giambattista aveva partecipato con la stampa delle sue Carceri.
 
Le lettere di Francesco al conte Remondini sono tutte di carattere commerciale. Francesco acquistava risme di carta dai Remondini di varia qualità; dalle sue lettere emerge un campionario assai ampio delle tipologia di carta in uso all’epoca. Francesco si serviva dei Remondini anche per vendere le stampe della sua tipografia in città, come Amburgo, non raggiunte dalla distribuzione dei Piranesi. Dai Remondini, Francesco acquistava anche cataloghi, come il nuovo Atlante Geografico di Antonio Zatta. La lettera del primo luglio 1786 rivela che entrambi erano in contatto con Francesco Belloni, nobile banchiere, figlio di Girolamo, e amante della marchesa Margherita Boccapaduli, il cui salotto era frequentato anche da Giambattista ai tempi del papato Rezzonico, e per la quale progettò il grande tavolo a consolle, che si regge su quattro statue egizie.

MOSTRE

musei_bassano_1781.jpg
Museo civico
Be the Difference…with Art! 2020
dal 27 settembre 2020 al 1 novembre 2020
Dal 27 settembre il Museo Civico di Bassano del Grappa ospita la mostra "Be the Difference...with Art!", esponendo le ventuno opere degli artisti selezionati all'interno della seconda edizione del concorso organizzato dal Rotary Club Asolo e Pedemontana del Grappa.
Leggi tutto
musei_bassano_1801.jpg
Galleria Civica
Terzo Paesaggio. Inchiostro degli occhi e diari in movimento
dal 17 ottobre 2020 al 15 novembre 2020
Testimonianze e colori dalla quarantena, a cura dell'artista Masako Matsushita e dell'architetto Giovanni Zonta con l'Istituto Scolastico Paritario "Santa Maria della Pieve" di Castelfranco Veneto.
Leggi tutto
musei_bassano_1711.png
Palazzo Sturm
Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo
dal 21 giugno 2020 al 19 ottobre 2020
A Palazzo Sturm apre al pubblico dal 21 giugno 2020 "Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo", la prima grande mostra delle incisioni piranesiane conservate a Bassano del Grappa.
Leggi tutto
musei_bassano_1321.jpg
Palazzo Sturm
King Kong Rhino
dal 19 dicembre 2018 al 14 dicembre 2020
La nuova installazione di arte contemporanea sul Belvedere del Palazzo Sturm
Leggi tutto
musei_bassano_179.png
Biblioteca e archivio
Funghi, che passione!
dal 24 settembre 2020 al 31 ottobre 2020
Mostra di antichi libri a soggetto micologico della Biblioteca Civica di Bassano del Grappa
Leggi tutto