Info Newsletter ITAENG
 

Sezione '500



Nelle tele collocate in questa sala si nota la collaborazione di Jacopo coi figli, soprattutto con Francesco, nell’eseguire le celebri composizioni naturalistiche così richieste dal mercato da rendere necessaria, intorno al 1575, un’organizzazione del lavoro che teneva impegnati oltre ai membri della famiglia anche una schiera di garzoni.
Dopo il trasferimento a Venezia del figlio Francesco nel 1578, comincia per il vecchio Jacopo l’ultima e solitaria stagione inaugurata dal visionario San Martino dona il proprio mantello al povero con Sant’Antonio Abate del Museo di Bassano. Discostandosi dagli interessi luministici e descrittivi, che continuano a informare la produzione della bottega sempre da lui diretta, ora col valido aiuto di Leandro e poi di Gerolamo, si dedica per lo più a quadri di tematica religiosa con predilezione di episodi “in notturno” della Passione di Cristo.
Jacopo, che fu impegnato sino alla fine in un’instancabile sperimentazione del mezzo pittorico morì il 13 febbraio 1592 e il giorno dopo una gran folla lo accompagnò alla sepoltura nella chiesa di San Francesco dove era la tomba di famiglia.     
La grande fortuna delle opere di Jacopo farà sì che i suoi figli continuino l’attività pittorica partendo dai suoi modelli, con copie e derivazioni che avranno fortuna per tutto il Seicento.
 

 
Organizza una visita

Orari, biglietti, servizi

ORARI
lunedì - domenica
10 - 19
martedì chiuso

chiuso il 1° gennaio, Pasqua e il 25 dicembre
apertura straordinaria i martedì festivi

la biglietteria chiude mezz'ora prima

TARIFFE
intero 5 €
ridotto 3,5 €

INDIRIZZO
Piazza Garibaldi, 34
36061 Bassano del Grappa

CONTATTI
Tel. +39 0424 519901
fax  +39 0424 519914
info@museibassano.it

OPERE SELEZIONATE