Info Newsletter ITAENG
Altre sedi
Altre sedi

Il pianeta dove evaporano le rocce

dal 21 settembre al 11 novembre 2018
 
Il pianeta dove evaporano le rocce è la mostra personale dell’artista Fabio Roncato – in collaborazione con la Fonderia Battaglia di Milano – che presenta una serie unica e inedita di sculture in cera protagoniste di un percorso in Torre delle Grazie. 

Le opere dell'artista sono frutto dell’interazione di due elementi liquidi che reagiscono tra di loro: il fiume Brenta, elemento proprio della città di Bassano del Grappa dotato di potenza e volontà, e la cera cruda fusa. L’acqua, utilizzata come agente scultoreo, modella la cera dandole una forma ancora in tensione che esprime un istante unico e irripetibile della corrente del fiume. L'elemento naturale più cangiante e inafferrabile plasma così, in assoluta libertà, la materia che viene poi consacrata a opera d'arte in questa esposizione.

La riflessione operata da Fabio Roncato indaga come la natura sia in grado di dare forma all'arte non solo come oggetto di ricerca visuale ma, soprattutto, come operatore. 
Fine ultimo dell’operazione sarà la realizzazione di una copia in alluminio di una scultura scelta tra una serie di modelli in cera realizzati dall’artista. Rendere indistruttibili queste opere e preservarne l’unicità delle forme è l’idea alla base di questo ulteriore passaggio per riflettere sull’esperienza dell’istante.  

 
Acquista biglietto
21 settembre - 11 novembre 2018
Torre delle Grazie

ORARI
venerdì – sabato -  domenica
15 - 19

INDIRIZZO
Viale dei Martiri
36061 – Bassano del Grappa

MOSTRE

musei_bassano_1951.jpg
Museo civico
Canova Ebe
dal 4 dicembre 2021 al 30 maggio 2022
Dal 4 dicembre 2021 i Musei Civici di Bassano del Grappa propongono "Canova Ebe", mostra che celebra il mito di Ebe e l'opera di Antonio Canova.
Leggi tutto
musei_bassano_1961.jpg
Galleria Civica
Ruth Orkin. Leggenda della fotografia
dal 18 dicembre 2021 al 2 maggio 2022
Dal 18 dicembre il Museo Civico di Bassano propone la prima retrospettiva italiana di Ruth Orkin, realizzata assieme a DiChroma Photography.
Leggi tutto